I BOTTARI DELLA CANTICA POPOLARE

al PLAUTOTEATROSTUDIO di San Nicola la Strada (CE)

Martedì 31 MAGGIO, ore 21.00 -  BATTITI TOUR 2016 (ANTEPRIMA)

Il loro nome deriva da un’antica tradizione, che risale al Trecento, quando i contadini percuotevano botti, vini e falci per allontanare gli spiriti maligni dalle loro cantine e attrarre i passanti durante il lavoro nei campi e la vendita del vino.
Nato nel 2004 a Macerata Campania, città dei bottari e delle battuglie di pastellessa (ovvero i carri di Sant’Antonio Abate, che sfilano seguendo il ritmo di una delle tre sonate: a tarantella, a morto e alla pastellessa, appunto) in provincia di Caserta, I BOTTARI DELLA CANTICA POPOLARE è tra i gruppi più autentici del panorama campano. Il loro merito è quello di aver recuperato la memoria e il folclore di “Terra di Lavoro”: l’amore, la guerra, la storia ed il lavoro nei campi sono i temi al centro dei testi inediti, che trasmettono la forza delle radici. Da Masaniello ai briganti, dal dopoguerra al contemporaneo, la cantica popolare ripropone le storie della nostra terra, coniugando tradizione ed innovazione.
Con un vasto repertorio, che va dalle canzoni popolari alla classica napoletana, salentina  e calabrese, I BOTTARI si presentano in una formazione complessa, costituita da botti, tini, falci, chitarre, batterie, percussioni e voci, guidata dal “capobattuglia” STANY ROGGIERO, che compone i ritmi, dirige il gruppo e canta sia in dialetto, che in italiano. La loro esperienza è promossa dall’Associazione Il Picchio, presieduta da MASSIMO VIGGIANO.
Nel 2013 partecipano alla serata conclusiva del festival “Settembre al borgo” di Casertavecchia, esibendosi con Le Malmaritate (progetto di CARMEN CONSOLI).
Nel 2014 accompagnano ENRICO RUGGERI, che canta “Primavera a Sarajevo” durante il concerto al “Leuciana Summer Festival” di Caserta. Nel 2015 salgono sul palco del Primo Maggio di Roma, aprendo la manifestazione canora insieme con ALESSANDRO QUARTA, violinista di fama internazionale, sulle note di "Bella ciao". Nello stesso anno esce il loro primo disco, "Universion", nato dall'incontro tra I BOTTARI, che rinnovano la musica popolare con contaminazioni pop e world, e ANTOINE MICHEL, cantautore italo-franco-tunisino, che vive a Lampedusa e fonde musiche e linguaggi del bacino mediterraneo. L'uscita dell'album ha dato  il "la" ad una serie di concerti in tutta Italia.
Il 31 maggio, ospiti del PLAUTOTEATROSTUDIO di San Nicola la Strada (Ce), unica “Bose Hall” europea, le melodie e le percussioni di I BOTTARI DELLA CANTICA POPOLARE si misureranno per l’anteprima assoluta del loro tour con la tecnologia più moderna in uno straordinario “contest”, che promette sorprese ed originalissime soluzioni acustiche. La formazione in scena sarà quella “classica”. STANY ROGGIERO, cantautore e direttore; NADIA PEPE, voce e tammorra; CLAUDIO PALMIERO alla batteria; GIANNI PAPA alla fisarmonica; ARMANDO VOLLERO al basso; VITTORIO SBORDONE al violino; GUIDO PICCOLO alle chitarre; VINCENZO CERRONE alle tastiere. RAFFAELE GRAVANTE, UMBERTO SAVASTANO, STANY STELLATO e DANIELE GENTILE ai tini; ANTONIO AIELLO, GIUSEPPE ASTAROTTA E DAVIDE GRAVANTE alle botti; NICOLA PASQUARIELLO; NELLO VECCIA; GIULIO TROMBETTA, ANTONIO BOSI e ALESSANDRO ROGGIERO alle falci.
L’ingresso alla serata è ad inviti. Per accedervi due possibilità: prenotarsi sulla pagina Fecebook I BOTTARI DELLA CANTICA POPOLARE, oppure telefonare al 3314019747.

28 maggio 2016